Sindrome Down

SCHEDA SINTETICA SULLE CARATTERISTICHE DI UN SOGGETTO CON SINDROME DI DOWN

INSUFFICIENTE MENTAME LIEVE (Livello Intellettivo I M lieve 60/69 o al limite norma 70/79 )

Raggiunge o potrà raggiungere il pensiero operatorio reversibile ma non quello ipotetico-deduttivo

Non apprendono le nozioni tipiche della scuola media ( es. quelle algebriche)

INSUFFICIENTE MENTALE GRAVE (Livello Intellettivo I M medio 50/59)

Non è e non sarà in grado di utilizzare nemmeno le strutture del pensiero operatorio reversibile

Rileva notevoli problemi nell’apprendimento, anche nell’acquisizione delle nozioni proposte nel primo ciclo della scuola         elementare, riuscendo in alcuni casi ad apprendere a leggere e a scrivere ad un livello elementare, con notevoli difficoltà nei calcoli aritmetici

INSUFFICIENTE MENTALE MOLTO GRAVE (Livello Intellettivo I M grave 49/40)

Non acquisiscono il pensiero simbolico

PERCEZIONE E SINCRETISMO

La percezione è di tipo sincretico e porta a riconoscere meno i particolari e ad essere più carenti nel distinguere le caratteristiche fondamentali da quelle secondarie.

Nella percezione di un insieme di punti ha bisogno di circa 4 secondi per cogliere lo stesso numero di punti percepiti dai coetanei in 1 secondo.

Attenzione quindi ad attribuire difficoltà a stati di pigrizia, scaesa volontà o desiderio di fare i capricci, in quanto c’è un forte condizionamento degli apprendimenti

MEMORIA

Prestazioni inferiori alla norma nella memoria immediata e/o in quella a breve termine e/o in quella a lungo termine; nella capacità di riconoscere ( ad es un volto) o quella di ricostruire ( ad es. un avvenimento a partire da un particolare) ecc.
Prestazioni inferiori nella discriminazione tattile della forma, nella copia e nella riproduzione dei disegni

ATTENZIONE

Dimostrano maggiore persistenza in una stessa attività di quanto non facciano i bambini normali, tuttavia una volta saturi, non sopportano di continuare a svolgere attività nella stessa sfera manifestando un comportamento ” tutto o niente” ( o si impegnano a fondo nel compito al quale si sta lavorando oppure interrompe per passare ad altro.

Rigidità quando si prefissa un obiettivo dimostra spesso una fissazione particolarmente rigida a tale obiettivo e difficilmente cambia idea

SVILUPPO INTELLETTIVO E LINGUISTICO

( La gravità dell’handicap può essere riferita alla qualità delle strutture mentali utilizzate )

La sequenza in stadi è sostanzialmente rispettata pur con ritmi di sviluppo più lenti e spesso senza l’acquisizione della struttura del pensiero ipotetico-deduttivo o , a volte, di quello operatorio reversibile, il che limita particolarmente la possibilità di acquisire strumenti e conoscenze tipiche della scuola elemantare ( in particolare sul piano didattico sono facili le acquisizioni del leggere e scrivere mentre le nozioni aritmetiche vengono acquisite, anche se parzialmente, solo se ancorate alla realtà concreta della vita.)

L’insufficienza mentale può non colpire in modo omogeneo le varie funzioni cognitive quindi lo sviluppo dell’insufficiente mentale può configurarsi non solo come più lento ma anche come meno armonico di quello normale

SVILUPPO AFFETTIVO-SOCIALE

Le tappe dello sviluppo affettivo-sociale ( sorriso – angoscia di separazione – angoscia dell’estraneo – conquista di una prima autonomia dalla madre – primi rapporti di cooperazione dei compagni ) tendono ad essere , nel complesso, più correlati all’età mentale che non all’età reale.

Per problematica adolescenziale i rapporti tra lo sviluppo affettivo-sociale e lo sviluppo intellettuale sono più complessi, infatti l’adolescente intellettivo vive , anche se in modo particolare la problematica adolescenziale , benchè le sue strutture intellettuali non siano quelle tipiche del pensiero ipotetico-deduttivo

Attenzione quindi a comportamenti educativi non adeguati ( come l’iperprotezione, alternato o no, con modalità di comportamento ” laissez faire “, i cui effetti sullo sviluppo affettivo-sociale del bambino possono essere più o meno gravi.

Bisogna tener cnto del grado di autostima e del livello di aspirazione. La consapevolezza dei propri limiti rispetto ai coetanei, l’eventuale frequenza di insuccessi con più o meno intensa assuefazione ad insuccessi possono infatti produrre un insufficiente grado di autostima, un livello di aspirazione esageratamente basso, scarsa curiosità, tendenza a non affrontare situazioni nuove o competitive per paura dell’insuccesso, ritenuto come molto probabile.

Il livello di realtà è temporalmente poco esteso

Avvenimenti che devono o che potranno aver luogo fra qualche mese o giorno, hanno un carattere di irrealtà , possono essere oggetto di discorsi, progetti, sogni, ma concorrono in misura minima a determinare il comportamento del presente.( un bambino può accarezzare il sogno di fare da grande il cow boy , ma nella vita seria si comporta senza tener conto che deve raggiungere quello scopo )

Verificare quindi se gli avvenimenti hanno un grado di realtà corrispondente a quello tipico della sua età cronologica, della sua realtà mentale o , inferiore alla propria età mentale cioè se ha una scarsa capacità di differire nel tempo la gratificazione

A volte l’acquisizione sul piano strumentale ( es. lettura e scrittura ) o assimilazione di nuove conoscenze ( es. storia e geografia ) sono state pagate care

Attenzione quindi all’eccesso delle stimolazioni nell’apprendimento , eventuali successi ottenuti possono avere avere un prezzo troppo alto da pagare pichè il bambino può reagire con comportamenti reattivi ( instabilità , oppositorietà , regressioni, depressioni, ecc) o nevrotici ( comportamenti ossessivi, fobie, ecc)